Selezione delle preferenze relative ai cookie

Utilizziamo cookie e altre tecnologie simili necessari per consentirti di effettuare acquisti, migliorare la tua esperienza di acquisto e fornire i nostri servizi, come descritto in dettaglio nella nostra Informativa sui Cookie. Utilizziamo questi cookie anche per capire come i clienti utilizzano i nostri servizi per poterli migliorare (ad esempio, analizzando le interazioni con il sito).

Se accetti, utilizzeremo i cookie anche per ottimizzare la tua esperienza di acquisto, come descritto nella nostra Informativa sui Cookie. Questo comprende l'utilizzo di cookie di terze parti per mostrare e analizzare la pubblicità definita in base agli interessi. Clicca su "Personalizza i cookie" per non accettare questi cookie, gestire le tue preferenze ulteriori o saperne di più.

Personalizza i cookie

Recensione cliente

Recensito in Italia il 15 ottobre 2020
Perplesso e un po' deluso, non per la tecnologia in sé, ma per il prodotto; è il mio primo visore, ma seguo l'evoluzione della realtà virtuale da anni perché mi interessa molto, e finalmente con il Quest 2 ho deciso di acquistare un visore, dopo che ne ho provati altri non miei.
Arrivo subito al dunque: capisco la necessità di tenere i costi bassi, ma a mio parere certe scelte inficiano notevolmente la fruizione del visore. Prima di tutto il mio problema è stato con l'elastico di sostegno: rispetto ad altri visori non consente un buon sostegno: bisogna fare tante prove per trovare la propria misura, e per ogni prova occorre sfilare il visore perché farlo con il visore indosso è complicatissimo. Dunque si va a tentativi, ma una volta che si trova la misura non è raro che dopo un po' di movimenti la misura si allenti leggermente, e tutto va rifatto da capo. Inoltre per far sostenere bene il visore, occorre stringere gli elastici abbastanza, ma ciò comporta pressione sulla testa che dopo pochi minuti diventa molto fastidiosa e quasi dolorosa.
Secondo problema: il distanziatore che dovrebbe regolare il distanziamento focale (cioè la distanza tra loro delle due lenti, che dovrebbe coincidere con quella tra i vostri occhi per mettere a fuoco perfettamente l'immagine) fornisce solo 3 range, selezionabili meccanicamente dopo aver tolto il visore. Se, per sfortuna, la tua distanza tra gli occhi non rientra in uno di questi range, c'è poco da fare: dovrai scegliere il meno peggio tra i 3, e rassegnarti a non vedere perfettamente. Io, infatti, vedo delle strane sfocature a seconda dei movimenti dello sguardo, e probabilmente il distanziamento tra i miei occhi non è ben coperto dalle tre opzioni, ma avrebbe avuto bisogno di una calibrazione più precisa (tipo a rotella millimetrica).
Questa è solo la mia esperienza, non dico che sarà così per tutti, e consiglio comunque di provare con mano.
Per il resto, la tecnologia del prodotto è fantastica, la risoluzione degli schermi è superiore e le immagini danno un grande coinvolgimento: ho però questi due grossi impedimenti che probabilmente mi spingeranno ad attendere un altro paio di anni per visori ancora più evoluti e confortevoli.
PS: osservazione su chi dice che i videogiochi su schermo piatto perdono di senso di fronte alla VR: a mio parere non è così, perché una cosa non esclude l'altra, sono due esperienze differenti, come andare a teatro o guardare la TV. Non sono cose che si oppongono, ma che si integrano a tutto vantaggio degli appassionati. I giochi VR infatti, per fantastici che siano vista la novità tecnologica e l'immersione senza pari, non hanno però ancora la profondità tecnica, la narrativa e la resa di giochi come Bloodborne, Red Dead Redemption 2, Halo et similia. Attendo con ansia il momento in cui su VR potremo fruire degli stessi identici giochi degli schermi televisi, con visori confortevoli: lì sarà davvero il passaggio epocale, ma ci vuole ancora un po' di pazienza e attendere che i visori continuino a migliorare upgrade dopo upgrade.
AGGIORNAMENTO su qualche aspetto che avevo scordato. Ai lati, soprattutto nella home, si avverte molto marcato l'effetto maschera-da-sub, con una banda nera tutta attorno; durante i giochi la noti meno perché sei preso da altro, ma se ti fermi un attimo la noti e un po' rovina l'immersione. Poi non so se sia un mio problema dovuto al fatto che la mia distanza oculare non corrisponde a nessuna delle 3 opzioni di distanziamento focale, ma vedo le immagini spesso con sfocature, brevi momenti di appannatura e qualche zigrinatura: insomma, alla fin fine penso aspetterò il prossimo visore. Apprezzo il fatto che si siano tenuti bassi col prezzo, ma inevitabilmente la coperta è corta e si perdono qualità da altri lati.
206 persone l'hanno trovato utile
Segnala un abuso Link permanente

Dettagli prodotto

4,6 su 5 stelle
4,6 su 5
3.507 valutazioni globali