Selezione delle preferenze relative ai cookie

Utilizziamo cookie e altre tecnologie simili necessari per consentirti di effettuare acquisti, per migliorare le tue esperienze di acquisto e per fornire i nostri servizi, come descritto in dettaglio nella nostra Informativa sui cookie. Utilizziamo questi cookie anche per capire come i clienti utilizzano i nostri servizi per poterli migliorare (ad esempio, analizzando le interazioni con il sito).

Se accetti, utilizzeremo i cookie anche per ottimizzare la tua esperienza di acquisto nei negozi Amazon come descritto nella nostra Informativa sui cookie. Questo comprende l'utilizzo di cookie di prima parte e di terze parti che memorizzano o accedono a informazioni standard del dispositivo, come l’identificatore univoco. I terzi utilizzano i cookie per le loro finalità di mostrare e analizzare la pubblicità personalizzata, generare informazioni sui destinatari e sviluppare e migliorare i prodotti. Clicca su "Personalizza i cookie" per non accettare questi cookie, gestire le tue preferenze ulteriori o saperne di più. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento visitando la pagina sulle Preferenze cookie, come descritto nell'Informativa sui cookie. Per maggiori informazioni sulle modalità e finalità per cui Amazon utilizza i dati personali (come, ad esempio, la cronologia degli ordini dei negozi Amazon), consulta la nostra Informativa sulla privacy.

Personalizza i cookie

Recensione cliente

Recensito in Italia il 9 agosto 2020
In una zona della Sardegna interna avviene un rapimento, all'insaputa del capobastone locale. Lo sgarro è grave, soprattutto perché rischia di mandare a monte una grossa speculazione immobiliare, finanziata con denaro non particolarmente pulito proveniente da persone decisamente pericolose. Nel contempo, la brava ed affascinante avvocatessa Antonella Demelas subisce un grave attentato e Roberto Cherchi, suo vecchio cliente, inizia una sua personale ricerca dei colpevoli per vendicarla, ricerca complicata dal fatto che è latitante. Ne esce un libro molto godibile, che cattura l'interesse fino alla fine. Il primo romanzo della serie, "Quasi colpevole" era "urbano" e molto incentrato sulle indagini e sulla procedura processuale. Col secondo, "Quasi innocente", l'autore aveva abbandonato Cagliari ed aveva ambientato la vicenda nella Sardegna interna, mescolando le indagini difensive svolte da Antonella Demelas con aspetti più legati all'avventura ed all'azione. Con "Vendetta privata" predomina l'azione, con accenti quasi western, mentre le indagini sono svolte dalle forze dell'ordine e, soprattutto, da soggetti estranei all'ordinamento statale, ma inseriti in un costume arcaico, dove predominano i rapporti personali. Ed è proprio la descrizione dei rapporti personali e di come questi evolvono in una società apparentemente chiusa, ma, in realtà, fortemente influenzata dagli apporti esterni, a costituire uno dei due maggiori punti di forza del libro, assieme alla descrizione di una natura dura, scabra e piena di fascino, che coinvolge fortemente il lettore. Mi è anche piaciuto molto il personaggio di Barore Cannas, per come si rapporta con la vecchiaia e con i primi scricchiolii del suo potere. Meno riuscito, secondo me, quello di Roberto Cherchi, che mi sembra troppo stereotipato. Personalmente spero che la serie continui e che nei prossimi romanzi le indagini ed i processi di Quirico D'Escard ed Antonella Demelas ritornino ad avere lo spazio che meritano.
2 persone l'hanno trovato utile
Segnala un abuso Link permanente

Dettagli prodotto

4,2 su 5 stelle
4,2 su 5
1.163 valutazioni globali