Selezione delle preferenze relative ai cookie

Utilizziamo cookie e altre tecnologie simili per migliorare la tua esperienza di acquisto, per fornire i nostri servizi, per capire come i nostri clienti li utilizzano in modo da poterli migliorare e per visualizzare annunci pubblicitari, anche in baseai tuoi interessi. Anche terzi autorizzati utilizzano queste tecnologie in relazione alla nostra visualizzazione di annunci pubblicitari. Se non intendi accettare tutti i cookie o vorresti saperne di più su come utilizziamo i cookie, seleziona "Personalizza i cookie"

Personalizza i cookie

Recensione cliente

Recensito in Italia il 18 novembre 2019
[aggiornato] - [aggiornato]
eccone un altro, un altro Echo ed un'altra Alexa con cui chiacchierare. Da soddisfatto pioniere del mondo Alexa con Echo Dot 2a generazione importato, e quindi dopo aver ascoltato per oltre un anno la bella voce squillante di Alexa con i "vecchi" ma ottimi Dots, al contrario di quando ho ascoltato la voce di Alexa provenire da Echo Dot 3a generazione: una voce cupa, strozzata, soffocata. Oggi, però, la storia è cambiata: Alexa è tornata a parlare con la sua bella voce e questo grazie a Echo Flex. WOW!!! La voce di Alexa, la bella voce che mi ha fatto innamorare di questi gingilli, la voce con cui interagisco spesso ma decisamente non eccezionale su Dot3, almeno per me che posso fare il confronto con Dot2. Con Flex si torna all'antico e la voce torna ad essere bella. Tutto questo preambolo per spiegare che, nonostante le dimensioni, da questo Flex esce una bella voce pimpante. Discorso ben diverso per quanto riguarda l'ascolto della musica, occorre essere molto accomodanti e disponibili a sentire suoni completamente privi di bassi e non potrebbe essere diversamente date le ridotte dimensioni. Bisogna considerare a priori che Echo Flex non nasce per ascoltare musica, è più una pratica interfaccia persona-macchina, un punto di contatto col mondo Alexa installabile ovunque ci sia una presa. Le dimensioni sono veramente interessanti: in foto sembrava più grande invece potendolo ammirare e toccare si apprezza il fatto che è veramente minuscolo, poco più grande dell'alimentatore di Echo Dot 3, questo Flex è un prodigio della tecnologia, un concentrato di un mondo dall'immensa potenzialità. Se non avessi già preso i Dots mi riempirei la casa con tante di queste simpatiche spine parlanti ma, purtroppo per me, è arrivato tardi. Merita invece di avere una grandissima considerazione da parte di chi sta entrando adesso nel mondo Alexa o da quelle persone che usano gli Echos solo come interfacce con Alexa e non come "evoluti" altoparlanti per ascoltare musica. Ecco: il target di Flex è l'utilizzatore di Alexa, chi usa questo sistema per la gestione domotica dell'abitazione, o per ricevere informazioni da Wikipedia, per farsi leggere le notizie dei giornali o le informazioni meteo, oppure l'oroscopo o le info sul traffico, o le ricette, o le barzellette o per chi usa molto il timer. Per forma, dimensione e comodità d'installazione si presta a portare Alexa in ogni stanza della casa, anche in garage o dove mai avremmo pensato di metterla. Parlare, questo è il suo scopo, comunicare, interagire, ottimizzare la relazione con Alexa e con il suo mondo. La tecnologia usata valorizza la voce di Alexa sacrificando la musica, ma chi vuole ascoltare la musica, se vuole veramente ascoltare musica e non soltanto rumori a ritmo, deve prendere altri tipi di oggetti dotati di altoparlanti più performanti come Echo o Echo Plus, oppure può associare Echo Flex a uno di quegli altoparlanti bluetooth che si trovano qui su Amazon. Però, in tutta sincerità, per chi vuole ascoltare la musica in bagno durante la rasatura o mentre si trucca allora Echo Flex potrebbe anche andare bene. Si tratta sicuramente di momenti in cui anche l'audiofilo/a più esigente può essere un po' tollerante.
Non ha i pulsanti del volume ma data la sua funzione non c'è alcuna necessità di dover modificare spesso il volume: regolato tramite l'app il volume giusto per la voce di Alexa nell'ambiente d'uso poi non c'è più bisogno di cambiarlo, anche perché con la funzione "sussurro" è la stessa Alexa ad adattarsi alle situazioni.
Ero un po' scettico quando ho prenotato Echo Flex, non credevo alla sua utilità. L'ho preso quasi come un collezionista che acquista l'oggetto mancante solo perché, appunto, gli manca. Invece, dopo averlo usato, sono rimasto così contento che ho subito acquistato i due accessori (luce e sensore infrarossi) da applicare alla base, che si sono dimostrati in linea col concetto base di Flex: semplicità. La loro installazione è incredibilmente facile: è sufficiente inserirli alla base di Echo Flex e tutto avviene in totale autonomia, poi Alexa con la sua voce segnala l'avvenuto completamento dell'operazione oltre a dire una breve descrizione. Il sensore ad infrarossi viene da subito inserito nelle opzioni "causa" delle routines di Alexa quindi può, per esempio, far accendere una luce o far pronunciare un messaggio ad Alexa, mentre la luce può essere sia gestita a voce come un qualsiasi pulsante/lampadina smart e può anche essere inserita nelle routines ovviamente come "conseguenza". Solo una accortezza: i due accessori non possono essere montati contemporaneamente poiché nessuno dei due ha l'USB passante. Sarebbe opportuno da parte di Amazon specificare questa caratteristica perché potrebbe esserci gente, come me, che li acquista entrambi convinto di poterli usare assieme, ma in realtà così non è.
Piccola nota tecnica: per la prima volta un Echo è dotato di porta USB tipo-A per poterlo espandere con le periferiche descritte prima o per fungere da alimentatore con una corrente di uscita di 1.5 A (7.5 Watt), può così sostituire un alimentatore USB di cui va a prendere il posto sulla presa. Grande comodità, altro punto di forza di questo Flex.
Prezzo di listino adeguato alla qualità del prodotto. Poi magari nel black friday o in altre occasioni potrebbe ulteriormente diminuire: da prendere assolutamente. Da considerare inoltre che si mantiene da solo alla presa, non ha bisogno di mensoletta o appendino come avviene per gli altri Echos.
Posizione di installazione: qualsiasi presa a vista. Può stare bene in bagno o in cucina, dove è frequente la presenza di prese a metà muro, oppure anche vicino al letto se la presa non è occultata dal comodino, o in qualsiasi altra stanza dove ci sia una presa libera, inutilizzata, purché visibile. Io l'ho montato nel corridoio, l'unico ambiente dove non avevo un Dot, uno Spot o uno Show5. Non escludo in futuro di togliermi qualche Dot3 e sostituirlo con un Flex. Deciderò dopo aver fatto prove sulla capacità di ascolto dei microfoni, dato che ne ha "solo" due, contro i quattro di Echo Dot3 e i sette dell'ottimo Echo Dot2.
A voler essere pignoli, c'è solo il problema che la spina non è rotante. Echo Flex versione europea è dotato di spina tipo "C" a sviluppo orizzontale ma siccome in Italia usiamo prevalentemente prese di tipo "L" montate verticalmente questo significa che in tal caso Echo Flex dev'essere attaccato ruotato di 90°. Diverso è l'effetto sulla presa Schuko quando questa è montata orizzontalmente. Da un punto di vista tecnico sembra che non ci sia differenza a montare Echo Flex orizzontale o verticale, la differenza sorge nell'installazione dell'accessorio luce che, ovviamente, risente della posizione mentre l'accessorio sensore a infrarossi ha rilevato i miei passaggi indifferentemente dalla posizione di Flex.

Giudizio complessivo: promosso a pieni voti.
Dallo scetticismo iniziale alla certezza finale: Cinque stelle meritatissime.

Pregi
- dimensioni veramente minuscole
- facilità di installazione
- voce di Alexa "aperta", chiara, pimpante
- niente fastidiosi fili
- prezzo di listino conveniente
- possibilità di "crescere" con accessori da attaccare alla base, facili da installare e immediatamente pronti all'uso
- utilizzabile come alimentatore USB, carica batterie, ecc.
- ottimo per uso domotico-informativo
- facile collaudata configurazione
- costruzione solida, si capisce subito che non è un giocattolo

Caratteristica ambigua - da approfondire con l'uso
- ha solo due microfoni, da capire la loro resa

Difetti
- difficile da usare se non ci sono prese a vista (in tal caso meglio usare Echo Dot col suo alimentatore col filo)
- spina fissa, non rotante

Ovviamente non ho giudicato la scarsa qualità acustica in ambito musicale in quanto quest'oggetto non nasce per ascoltare musica, oltretutto con le sue ridottissime dimensioni non può certamente fare miracoli. Volendo c'è il jack 3.5 per attaccare le cuffie oppure si può associare un altoparlante tramite bluetooth.
Chi toglie le stelle perché suona male vuol dire che non ha capito a cosa serve Echo Flex.
Immagine cliente
5,0 su 5 stelle Piacevolissima sorpresa: piccolo, comodo e bello
Di Mimmo Ruggieri il 18 novembre 2019
[aggiornato] - [aggiornato]
eccone un altro, un altro Echo ed un'altra Alexa con cui chiacchierare. Da soddisfatto pioniere del mondo Alexa con Echo Dot 2a generazione importato, e quindi dopo aver ascoltato per oltre un anno la bella voce squillante di Alexa con i "vecchi" ma ottimi Dots, al contrario di quando ho ascoltato la voce di Alexa provenire da Echo Dot 3a generazione: una voce cupa, strozzata, soffocata. Oggi, però, la storia è cambiata: Alexa è tornata a parlare con la sua bella voce e questo grazie a Echo Flex. WOW!!! La voce di Alexa, la bella voce che mi ha fatto innamorare di questi gingilli, la voce con cui interagisco spesso ma decisamente non eccezionale su Dot3, almeno per me che posso fare il confronto con Dot2. Con Flex si torna all'antico e la voce torna ad essere bella. Tutto questo preambolo per spiegare che, nonostante le dimensioni, da questo Flex esce una bella voce pimpante. Discorso ben diverso per quanto riguarda l'ascolto della musica, occorre essere molto accomodanti e disponibili a sentire suoni completamente privi di bassi e non potrebbe essere diversamente date le ridotte dimensioni. Bisogna considerare a priori che Echo Flex non nasce per ascoltare musica, è più una pratica interfaccia persona-macchina, un punto di contatto col mondo Alexa installabile ovunque ci sia una presa. Le dimensioni sono veramente interessanti: in foto sembrava più grande invece potendolo ammirare e toccare si apprezza il fatto che è veramente minuscolo, poco più grande dell'alimentatore di Echo Dot 3, questo Flex è un prodigio della tecnologia, un concentrato di un mondo dall'immensa potenzialità. Se non avessi già preso i Dots mi riempirei la casa con tante di queste simpatiche spine parlanti ma, purtroppo per me, è arrivato tardi. Merita invece di avere una grandissima considerazione da parte di chi sta entrando adesso nel mondo Alexa o da quelle persone che usano gli Echos solo come interfacce con Alexa e non come "evoluti" altoparlanti per ascoltare musica. Ecco: il target di Flex è l'utilizzatore di Alexa, chi usa questo sistema per la gestione domotica dell'abitazione, o per ricevere informazioni da Wikipedia, per farsi leggere le notizie dei giornali o le informazioni meteo, oppure l'oroscopo o le info sul traffico, o le ricette, o le barzellette o per chi usa molto il timer. Per forma, dimensione e comodità d'installazione si presta a portare Alexa in ogni stanza della casa, anche in garage o dove mai avremmo pensato di metterla. Parlare, questo è il suo scopo, comunicare, interagire, ottimizzare la relazione con Alexa e con il suo mondo. La tecnologia usata valorizza la voce di Alexa sacrificando la musica, ma chi vuole ascoltare la musica, se vuole veramente ascoltare musica e non soltanto rumori a ritmo, deve prendere altri tipi di oggetti dotati di altoparlanti più performanti come Echo o Echo Plus, oppure può associare Echo Flex a uno di quegli altoparlanti bluetooth che si trovano qui su Amazon. Però, in tutta sincerità, per chi vuole ascoltare la musica in bagno durante la rasatura o mentre si trucca allora Echo Flex potrebbe anche andare bene. Si tratta sicuramente di momenti in cui anche l'audiofilo/a più esigente può essere un po' tollerante.
Non ha i pulsanti del volume ma data la sua funzione non c'è alcuna necessità di dover modificare spesso il volume: regolato tramite l'app il volume giusto per la voce di Alexa nell'ambiente d'uso poi non c'è più bisogno di cambiarlo, anche perché con la funzione "sussurro" è la stessa Alexa ad adattarsi alle situazioni.
Ero un po' scettico quando ho prenotato Echo Flex, non credevo alla sua utilità. L'ho preso quasi come un collezionista che acquista l'oggetto mancante solo perché, appunto, gli manca. Invece, dopo averlo usato, sono rimasto così contento che ho subito acquistato i due accessori (luce e sensore infrarossi) da applicare alla base, che si sono dimostrati in linea col concetto base di Flex: semplicità. La loro installazione è incredibilmente facile: è sufficiente inserirli alla base di Echo Flex e tutto avviene in totale autonomia, poi Alexa con la sua voce segnala l'avvenuto completamento dell'operazione oltre a dire una breve descrizione. Il sensore ad infrarossi viene da subito inserito nelle opzioni "causa" delle routines di Alexa quindi può, per esempio, far accendere una luce o far pronunciare un messaggio ad Alexa, mentre la luce può essere sia gestita a voce come un qualsiasi pulsante/lampadina smart e può anche essere inserita nelle routines ovviamente come "conseguenza". Solo una accortezza: i due accessori non possono essere montati contemporaneamente poiché nessuno dei due ha l'USB passante. Sarebbe opportuno da parte di Amazon specificare questa caratteristica perché potrebbe esserci gente, come me, che li acquista entrambi convinto di poterli usare assieme, ma in realtà così non è.
Piccola nota tecnica: per la prima volta un Echo è dotato di porta USB tipo-A per poterlo espandere con le periferiche descritte prima o per fungere da alimentatore con una corrente di uscita di 1.5 A (7.5 Watt), può così sostituire un alimentatore USB di cui va a prendere il posto sulla presa. Grande comodità, altro punto di forza di questo Flex.
Prezzo di listino adeguato alla qualità del prodotto. Poi magari nel black friday o in altre occasioni potrebbe ulteriormente diminuire: da prendere assolutamente. Da considerare inoltre che si mantiene da solo alla presa, non ha bisogno di mensoletta o appendino come avviene per gli altri Echos.
Posizione di installazione: qualsiasi presa a vista. Può stare bene in bagno o in cucina, dove è frequente la presenza di prese a metà muro, oppure anche vicino al letto se la presa non è occultata dal comodino, o in qualsiasi altra stanza dove ci sia una presa libera, inutilizzata, purché visibile. Io l'ho montato nel corridoio, l'unico ambiente dove non avevo un Dot, uno Spot o uno Show5. Non escludo in futuro di togliermi qualche Dot3 e sostituirlo con un Flex. Deciderò dopo aver fatto prove sulla capacità di ascolto dei microfoni, dato che ne ha "solo" due, contro i quattro di Echo Dot3 e i sette dell'ottimo Echo Dot2.
A voler essere pignoli, c'è solo il problema che la spina non è rotante. Echo Flex versione europea è dotato di spina tipo "C" a sviluppo orizzontale ma siccome in Italia usiamo prevalentemente prese di tipo "L" montate verticalmente questo significa che in tal caso Echo Flex dev'essere attaccato ruotato di 90°. Diverso è l'effetto sulla presa Schuko quando questa è montata orizzontalmente. Da un punto di vista tecnico sembra che non ci sia differenza a montare Echo Flex orizzontale o verticale, la differenza sorge nell'installazione dell'accessorio luce che, ovviamente, risente della posizione mentre l'accessorio sensore a infrarossi ha rilevato i miei passaggi indifferentemente dalla posizione di Flex.

Giudizio complessivo: promosso a pieni voti.
Dallo scetticismo iniziale alla certezza finale: Cinque stelle meritatissime.

Pregi
- dimensioni veramente minuscole
- facilità di installazione
- voce di Alexa "aperta", chiara, pimpante
- niente fastidiosi fili
- prezzo di listino conveniente
- possibilità di "crescere" con accessori da attaccare alla base, facili da installare e immediatamente pronti all'uso
- utilizzabile come alimentatore USB, carica batterie, ecc.
- ottimo per uso domotico-informativo
- facile collaudata configurazione
- costruzione solida, si capisce subito che non è un giocattolo

Caratteristica ambigua - da approfondire con l'uso
- ha solo due microfoni, da capire la loro resa

Difetti
- difficile da usare se non ci sono prese a vista (in tal caso meglio usare Echo Dot col suo alimentatore col filo)
- spina fissa, non rotante

Ovviamente non ho giudicato la scarsa qualità acustica in ambito musicale in quanto quest'oggetto non nasce per ascoltare musica, oltretutto con le sue ridottissime dimensioni non può certamente fare miracoli. Volendo c'è il jack 3.5 per attaccare le cuffie oppure si può associare un altoparlante tramite bluetooth.
Chi toglie le stelle perché suona male vuol dire che non ha capito a cosa serve Echo Flex.
Immagini presenti nella recensione
Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente
Immagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine cliente
25 persone l'hanno trovato utile
Segnala un abuso Link permanente

Dettagli prodotto

4,4 su 5 stelle
4,4 su 5
3.783 valutazioni globali