Selezione delle preferenze relative ai cookie

Utilizziamo cookie e altre tecnologie simili necessari per consentirti di effettuare acquisti, per migliorare le tue esperienze di acquisto e per fornire i nostri servizi, come descritto in dettaglio nella nostra Informativa sui cookie. Utilizziamo questi cookie anche per capire come i clienti utilizzano i nostri servizi per poterli migliorare (ad esempio, analizzando le interazioni con il sito).

Se accetti, utilizzeremo i cookie anche per ottimizzare la tua esperienza di acquisto nei negozi Amazon come descritto nella nostra Informativa sui cookie. Questo comprende l'utilizzo di cookie di prima parte e di terze parti che memorizzano o accedono a informazioni standard del dispositivo, come l’identificatore univoco. I terzi utilizzano i cookie per le loro finalità di mostrare e analizzare la pubblicità personalizzata, generare informazioni sui destinatari e sviluppare e migliorare i prodotti. Clicca su "Personalizza i cookie" per non accettare questi cookie, gestire le tue preferenze ulteriori o saperne di più. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento visitando la pagina sulle Preferenze cookie, come descritto nell'Informativa sui cookie. Per maggiori informazioni sulle modalità e finalità per cui Amazon utilizza i dati personali (come, ad esempio, la cronologia degli ordini dei negozi Amazon), consulta la nostra Informativa sulla privacy.

Personalizza i cookie

Recensione cliente

Recensito in Italia 🇮🇹 il 9 luglio 2021
Non mi è piaciuto. Pochi i momenti adrenalinici e le pagine ben scritte, che quindi si perdono in una palude di parole a mio avviso superflue. Più che un superman il protagonista mi è apparso come una persona normale con la sua dose di fortuna e di sfortuna, il che ci starebbe se di mestiere facesse il barista e non il killer professionista e se non dovesse necessariamente restare vivo per permettere all’autore di scrivere molti altri romanzi. Intendiamoci, se Victor fosse un eroe per caso, un po’ di sfortuna sarebbe d’obbligo, tutti abbiamo presente lo schema tipico dei best sellers alla Wilbur Smith in cui il protagonista patisce tutte le pene, le disgrazie e le sfortune del mondo fino all’ultimo capitolo, quando l’autore finalmente lo riscatta e gli fa vincere la mano, o lo ricopre di gloria, fate voi. Ma se il protagonista è un killer, si presume che l’autore lo gratifichi di poteri speciali se non super poteri. E qui nascono le forzature che consentono all’autore di dilungarsi pesantemente su descrizioni e dialoghi e poi tagliare le azioni che sono il fondamento di un thriller. Fine della mia esperienza con questo autore.
Segnala un abuso Link permanente