Recensione cliente

I PRIMI 50 RECENSORIVOCE VINE
Recensito in Italia 🇮🇹 il 14 ottobre 2019
Recensione Vine di un prodotto gratuito( Cos'è? )
Il brand che fa capo ad Amazon, find., immette sul mercato una serie di scarponcini per l’inverno con l’intento di unire principalmente 2 stili diversi: la sneaker e la scarpa invernale (o autunnale).

In questo caso lo scarponcino ricorda per colori e (lontanamente per materiali) i famosi scarponi da “boscaiolo” ma con uno stile urbano che, di fatto, li rende meno aggressivi.

La scarpa è fatta principalmente in pelle (tomaia esterna) di un colore sabbia scamosciato.
Si formano 2 sezioni cucite per formare una linea di separazione tra il sopra ed il sotto all’altezza della caviglia. Questo accorgimento penso sia meno dovuto allo stile e più attinente a pratiche di “assemblaggio”.
Ad ogni modo lo scarponcino acquisisce molta più personalità rispetto alla sua parte anteriore con la sua punta lunga e stretta ma tondeggiante.
La tomaia è ovviamente di pelle (non eccelsa ma è pelle) scamosciata e si raccorda con il “solettone” alla sneaker senza nessuna cucitura (punto a sfavore) ma solo incollato. Questo denota dei punti sul bordo di raccordo tra il pellame e la parte bianca verticale nei quali non sembra che la colla abbia fatto presa creando dei potenziali problemi di coibentazione all’acqua.
Altro appunto è che questo metodo di assemblare le scarpe è relativo ad una certa economicità per avere un prodotto finito a basso costo perché semplice da costruire.
La soletta interna è in finta pelle mentre tutto il resto dell’interno degli scarponcini è ricoperto di materiale sintetico come una finta pelliccia che circonda l’imbocco della scarpa e si protrae fino a metà della linguetta centrale.
Sulla parte del tallone esterno avremo un abbellimento dovuto ad un triangolo di pelle scamosciata di colore marrone chiaro che va ad allungarsi verso il tendine di Achille; le cuciture a contrasto abbelliscono il retro.

Calzabilità.
Ammetto di aver avuto un po' di difficoltà nell’indossare queste scarpe per via della loro rigidità. Poi ho capito che dovevo allargare il più possibile i lacci (che passano attraverso dei fori della tomaia) e cercare di forzare un po'.
La sensazione è quella di materiale sintetico.
Il mio paio di find. è un 42EU, porto di solito il 41 e 1/2: la punta non tocca in fondo alla scarpa, resta un centimetro ancora utile, ma di larghezza sono perfette.
Quindi la calzabilità la riterrei tendenzialmente piccola se avete il piede a pianta larga e consiglio magari un numero in più.
Provando un altro paio di scarponcini find. ho notato la medesima cosa: un 44 calzava benissimo su un piede 43 senza problemi.
La comodità nel camminare è buona, il piede resta caldissimo (ancora siamo a 23°C in media e non è tempo per gli scarponi) e fa ben sperare per l’inverno soprattutto.
Dopo 5-6 ore al piede, la scarpa non risulta essere troppo pesante e la morbidezza sotto la soletta è confortevole.

Infine il prezzo: non lo conosco ancora, ma personalmente non pagherei più 50€ per questo paio di scarpe, in quanto hanno sì un certo rapporto qualità/prezzo, ma se si cercano materiali migliori, questi non fanno per voi.
Il cliente di questo brand è colui che si accontenta di mostrare un discreto prodotto a prezzi d’acquisto ragionevoli.

In base alla suddetta esperienza do 6,8/10 => 3 stelle piene (se il prezzo non supera le 50€).
Immagine cliente
3,0 su 5 stelle Discretamente comode, discretamente assemblate. 6,8/10 => 3 stelle piene, quasi 4.
Di Domenico il 14 ottobre 2019
Il brand che fa capo ad Amazon, find., immette sul mercato una serie di scarponcini per l’inverno con l’intento di unire principalmente 2 stili diversi: la sneaker e la scarpa invernale (o autunnale).

In questo caso lo scarponcino ricorda per colori e (lontanamente per materiali) i famosi scarponi da “boscaiolo” ma con uno stile urbano che, di fatto, li rende meno aggressivi.

La scarpa è fatta principalmente in pelle (tomaia esterna) di un colore sabbia scamosciato.
Si formano 2 sezioni cucite per formare una linea di separazione tra il sopra ed il sotto all’altezza della caviglia. Questo accorgimento penso sia meno dovuto allo stile e più attinente a pratiche di “assemblaggio”.
Ad ogni modo lo scarponcino acquisisce molta più personalità rispetto alla sua parte anteriore con la sua punta lunga e stretta ma tondeggiante.
La tomaia è ovviamente di pelle (non eccelsa ma è pelle) scamosciata e si raccorda con il “solettone” alla sneaker senza nessuna cucitura (punto a sfavore) ma solo incollato. Questo denota dei punti sul bordo di raccordo tra il pellame e la parte bianca verticale nei quali non sembra che la colla abbia fatto presa creando dei potenziali problemi di coibentazione all’acqua.
Altro appunto è che questo metodo di assemblare le scarpe è relativo ad una certa economicità per avere un prodotto finito a basso costo perché semplice da costruire.
La soletta interna è in finta pelle mentre tutto il resto dell’interno degli scarponcini è ricoperto di materiale sintetico come una finta pelliccia che circonda l’imbocco della scarpa e si protrae fino a metà della linguetta centrale.
Sulla parte del tallone esterno avremo un abbellimento dovuto ad un triangolo di pelle scamosciata di colore marrone chiaro che va ad allungarsi verso il tendine di Achille; le cuciture a contrasto abbelliscono il retro.

Calzabilità.
Ammetto di aver avuto un po' di difficoltà nell’indossare queste scarpe per via della loro rigidità. Poi ho capito che dovevo allargare il più possibile i lacci (che passano attraverso dei fori della tomaia) e cercare di forzare un po'.
La sensazione è quella di materiale sintetico.
Il mio paio di find. è un 42EU, porto di solito il 41 e 1/2: la punta non tocca in fondo alla scarpa, resta un centimetro ancora utile, ma di larghezza sono perfette.
Quindi la calzabilità la riterrei tendenzialmente piccola se avete il piede a pianta larga e consiglio magari un numero in più.
Provando un altro paio di scarponcini find. ho notato la medesima cosa: un 44 calzava benissimo su un piede 43 senza problemi.
La comodità nel camminare è buona, il piede resta caldissimo (ancora siamo a 23°C in media e non è tempo per gli scarponi) e fa ben sperare per l’inverno soprattutto.
Dopo 5-6 ore al piede, la scarpa non risulta essere troppo pesante e la morbidezza sotto la soletta è confortevole.

Infine il prezzo: non lo conosco ancora, ma personalmente non pagherei più 50€ per questo paio di scarpe, in quanto hanno sì un certo rapporto qualità/prezzo, ma se si cercano materiali migliori, questi non fanno per voi.
Il cliente di questo brand è colui che si accontenta di mostrare un discreto prodotto a prezzi d’acquisto ragionevoli.

In base alla suddetta esperienza do 6,8/10 => 3 stelle piene (se il prezzo non supera le 50€).
Immagini presenti nella recensione
Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente Immagine cliente
Immagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine clienteImmagine cliente
Una persona l'ha trovato utile
Segnala un abuso Link permanente