Selezione delle preferenze relative ai cookie

Utilizziamo cookie e altre tecnologie simili necessari per consentirti di effettuare acquisti, per migliorare le tue esperienze di acquisto e per fornire i nostri servizi, come descritto in dettaglio nella nostra Informativa sui cookie. Utilizziamo questi cookie anche per capire come i clienti utilizzano i nostri servizi per poterli migliorare (ad esempio, analizzando le interazioni con il sito).

Se accetti, utilizzeremo i cookie anche per ottimizzare la tua esperienza di acquisto nei negozi Amazon come descritto nella nostra Informativa sui cookie. Questo comprende l'utilizzo di cookie di prima parte e di terze parti che memorizzano o accedono a informazioni standard del dispositivo, come l’identificatore univoco. I terzi utilizzano i cookie per le loro finalità di mostrare e analizzare la pubblicità personalizzata, generare informazioni sui destinatari e sviluppare e migliorare i prodotti. Clicca su "Personalizza i cookie" per non accettare questi cookie, gestire le tue preferenze ulteriori o saperne di più. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento visitando la pagina sulle Preferenze cookie, come descritto nell'Informativa sui cookie. Per maggiori informazioni sulle modalità e finalità per cui Amazon utilizza i dati personali (come, ad esempio, la cronologia degli ordini dei negozi Amazon), consulta la nostra Informativa sulla privacy.

Personalizza i cookie

Recensione cliente

Recensito in Italia 🇮🇹 il 19 gennaio 2022
Premessa 1: non sono un cultore del genere sci-fi e non mi ero mai cimentato con una saga di questa lunghezza.
Premessa 2: devo dire di essermi avvicinato a The Expanse spinto dalla curiosità dopo aver visto le prime 3 stagioni della serie su Prime Video… una serie interessante rovinata spesso dalla recitazione degli attori che impersonificano i protagonisti James Holden e Naomi Nagata (se potete guardate la serie dopo aver letto i libri; le prime 4 stagioni coprono i primi 4 libri, la quinta i libri 5 e 6).
Con mia sorpresa mi sono ritrovato a divorare i volumi uni dopo l’altro e sono arrivato al settimo in attesa che pubblichino il nono e ultimo.
A mio parere la saga può essere divisa in 3 trilogie e andrò a descriverle progressivamente e sommariamente avendo cura di non spoilerare nulla.
I secondi 3 volumi trattano l’apertura della rete dei portali e la corsa ai nuovi mondi, le diatribe tra coloni e titolari di concessione governative sui diritti di sfruttamento delle nuove risorse disponibili e i conflitti che scoppiano sul primo pianeta della nuova frontiera Ilus, e qui la scoperta e la riattivazione di antichi reperti della civiltà che ha generato la protomolecola e del misterioso nemico che ne ha causato l’estinzione; l’alterazione degli equilibri politici e lo spostamento dell’assetto terracentrico all’interno del sistema solare che avrà un impatto diverso sulle 3 compagini Terra-Luna, Marte e la Fascia, l’uscita allo scoperto di un nuovo nemico, una fazione ribelle (legata ad uno dei protagonisti) che, sebbene rivoluzionaria, tenterà apparentemente di opporsi al cambiamento e stabilire un nuovo ordine nel sistema solare, proprio mentre l’equipaggio della Rocinante si è preso una pausa ed è sparso ai 4 angoli del sistema solare; la disperata lotta del “vecchio” sistema per il quale combatte la Rocinante contro questo nemico e l’esito inquietante della guerra.
Anche in questo volume quello che mi è veramente piaciuto, oltre alla trama e alla caratterizzazione dei protagonisti principali e minori, è il contesto, inizialmente partorito da uno degli autori come base di un gioco di ruolo:
l’espansione umana nel sistema solare resa possibile dalla propulsione Epstein, molto verosimile in un possibile futuro (la storia della cui genesi è argomento di un volume spin-off); la colonizzazione di Marte e il suo passaggio da colonia a pianeta indipendente; la colonizzazione della fascia degli asteroidi e delle lune dei pianeti giganti; il lavoro e le sfide tecnologiche che hanno reso possibile la permanenza umana in ambienti per nulla ospitali e il conseguente adattamento della fisiologia umana nei secoli di permanenza a g inferiori a quello terrestre; l’emancipazione delle culture marziana e cinturiana… hanno posto le basi di questo contesto nel quale è ambientata la storia, che ne andrà ad alterare gli equilibri politici/economici/militari magistralmente inseriti e descritti nella trama.
Segnala un abuso Link permanente